Cose che non tornano in “Harry Potter”

Il 26 giugno del 1997 uscì nel Regno Unito “Harry Potter e la pietra filosofale”, primo libro della serie “Harry Potter”, che ha reso celebre e schifosamente ricca la sua creatrice J. K. Rowling. Sono passati esattamente vent’anni da quel giorno e per l’occasione ho pensato di pubblicare questo elenco di tutti i buchi di trama e le incongruenze che ho notato nella saga (mi riferisco alla saga cartacea, gli imbarazzanti film che ne sono stati tratti nemmeno li considero).

Ci sono tre cose che dovete sapere di questo articolo.

  1. Il suo intento non è sminuire il valore artistico dell’opera. O meglio… la presenza di tante incongruenze in “Harry Potter” ne pregiudica eccome il valore come romanzo fantasy, essendo la verosimiglianza una delle cose più importanti in questo genere letterario. Credo però che rimanga un lavoro valido se giudicato come un romanzo di formazione in cui l’elemento fantastico serve solo da abbellimento. Lo scopo di questo articolo è unicamente di divertire i nerd che lo leggeranno. Termine che non sta a indicare le persone che si autodefiniscono “nerd” solo perché leggono fumetti e giocano a “D&D”, bensì quelle la cui passione per una determinata cosa (che non deve essere necessariamente “Star Wars”, si può anche essere nerd della cioccolata) va oltre l’aspetto puramente ludico. Il nerd è colui che vuole approfondire una cosa e capirla fino in fondo. L’appassionato di film tratti da fumetti Marvel che se gli fai notare un buco di trama ti risponde “Che palle che sei, goditi il film e statti zitto” NON È un nerd ma la sua nemesi. Quindi non venitemi a dire cose del tipo “Ma perché non ti godi la lettura invece di cercare errori?”.
  2. Avrete già letto altrove molte di queste incongruenze, e infatti questo articolo non pretende di essere originale. Si tratta semplicemente di una raccolta di errori che ovviamente negli anni sono stati notati da molte persone, ragion per cui ho potuto citare la fonte solo in un caso.
  3. So che dopo la pubblicazione dei romanzi la Rowling ha spiegato molte di queste incongruenze su Pottermore.com, tramite un procedimento che in gergo tecnico si definisce “metterce ‘na pezza”. Bel tentativo Joanne, ma io considero canonico solo quello che hai scritto PRIMA che qualcuno (editor escluso) ti facesse notare che non aveva senso.

Harry Potter

Procediamo quindi con l’elenco.

  • Perché nel terzo libro non viene usata la giratempo per catturare Sirius la prima volta che entra nel castello?
  • A che scopo diventare animagus quando puoi chiedere a un tuo amico di trasformarti in un animale (o trasformartici da solo)?
  • Come è possibile che una famiglia povera come gli Weasley sia riuscita a mandare tutti i propri figli a studiare in una scuola che per un solo anno di studi richiede 30.000€ (fonte: centives.net) solo di libri e attrezzature?
  • Dove studiano i giovani maghi prima degli undici anni?
  • Sempre a proposito della spesa necessaria per diventare maghi, come fanno quelli che non possono permettersi di studiare in una scuola di magia a imparare a controllarla? Se ne vanno in giro a far esplodere le persone per sbaglio?
  • Quando un mago si sbronza perde il controllo e fa una strage? Perché l’uso di alcolici non è vietato nel mondo magico?
  • Che senso ha che esista una sola prigione in tutto il mondo magico? Chi ruba una mela finisce insieme a quello che ha fatto una carneficina?
  • Perché al posto di appellare la Firebolt durante lo scontro con lo spinato Harry Potter non prova ad appellare direttamente l’uovo?
  • Perché Harry Potter non si cura la miopia magicamente?
  • Come mai il numero di morti durante le partite di Quidditch non è spaventosamente alto, considerato che la probabilità di venire colpiti da una palla di cannone vagante durante una di queste è elevatissima, e ciò comporta cadere da altezze vertiginose senza alcuna protezione? È vero che le cure magiche sono molto efficaci ma a questo punto si torna alla questione precedente: per un giochino stupido queste cure si possono usare mentre per curare la miopia no?
  • Perché i poltergeist non vengono impiegati in battaglia modello “Il ritorno del re”?
  • Perché non si possono utilizzare i quadri della gente morta per scoprire informazioni sul suo passato?
  • Perché Barty Crouch organizza un piano complicatissimo (e con pochissime probabilità di successo) che ha come fine ultimo far toccare la Coppa Tremaghi (precedentemente trasformata in una passaporta) a Harry Potter, facendolo così arrivare da Voldemort, quando basterebbe trasformare in una passaporta il suo spazzolino da denti?
  • Come fa il boa dello zoo a fare l’occhiolino a Harry Potter nel primo libro, visto che i serpenti non hanno le palpebre?
  • Perché Sirius non ha chiesto che venisse effettuato il Prior Incantatio sulla sua bacchetta dopo essere stato accusato dell’omicidio di Peter Minus? O di essere interrogato dopo aver bevuto del veritaserum? Temeva che nella cronologia della sua bacchetta venissero rinvenuti degli incantesimi pornografici?
  • Se l’incantesimo Avada Kedavra provoca la morte immediata, ed usarlo contro un essere non umano non è illegale, perché nessuno dei campioni del Tremaghi lo usa per uccidere in un colpo solo il drago che si trova davanti? Sappiamo di per certo che a Krum quell’incantesimo era stato insegnato. 
  • Perché a dei ragazzini è permesso andare in giro con un oggetto potenzialmente mortale come una bacchetta magica?
  • È così indispensabile la pozione anti-lupo? Lupin, alla fine del terzo libro, si trasforma in un lupo solo quando vede la luna apparire attraverso le nuvole. Se basta stare lontani dalla luce della luna piena per non trasformarsi, non è sufficiente che i lupi mannari si chiudano in casa una volta al mese?
  • Perché i genitori di Harry non si sono smaterializzati insieme al bambino quando Voldemort li ha attaccati?
  • Che fine hanno fatto i nonni di Harry?
  • Appurato che Rita Skeeter è un animagus e che è grazie a questa sua abilità che riesce a trovare i suoi scoop, come fa esattamente ad entrare ad Hogwarts? Viene specificato più volte che non è possibile smaterializzarsi all’interno del castello, quindi l’unico modo per accedervi è smaterializzarsi nei dintorni di esso ma a quel punto come si fa ad entrare? Gli studenti raggiungono la scuola via acqua, cosa che per lei sarebbe impossibile sia nella propria forma umana che in forma di scarabeo (avete idea di cosa sia una trasvolata del genere per un insettino microscopico?).
  • Petunia racconta che sua sorella, da giovane, tornava a casa per le vacanze ogni estate e compiva magie come trasformare le tazzine da tè in topi. Farlo fuori dalla scuola, però, per un minorenne sarebbe stato illegale.
  • Se è la bacchetta a scegliere il mago, perché quella di Malfoy la compra suo padre? E perché Ron usa la vecchia bacchetta di suo fratello?
  • Se Petunia conosceva già il mondo magico grazie a sua sorella, perché rimane sorpresa dall’esistenza di un binario 9 e 3/4?
  • Come fanno Ron e Lee Jordan a possedere rispettivamente un topo e una tarantola se gli unici animali ammessi a Hogwarts sono gufi, gatti e rospi?
  • In “Harry Potter e i doni della Morte” viene spiegato che è possibile diventare i custodi segreti dei propri stessi nascondigli. Allora perché Lily e James Potter non l’hanno fatto all’epoca in cui si nascondevano da Voldemort?
  • Come è possibile che le bacchette magiche di Olivander si vendano a sette galeoni l’una quando i materiali che vengono usati per costruirle costano molto di più? Più in generale, come è possibile che un calderone di peltro costi più di una bacchetta magica?
  • Perché la Mappa del Malandrino non rivela la presenza di Peter Minus in forma di topo all’interno di Hogwarts?
  • Perché Harry non vedere i thestral prima di aver visto Cedric morire, dal momento che prima di lui aveva visto morire i propri genitori?
  • Quando incontrano per la prima volta i disennatori, tutti gli studenti di Hogwarts vengono presi da un profondo sconforto ma solo Harry ha una crisi vera e propria. Viene spiegato in seguito che ciò dipende dal fatto che lui, a differenza degli altri, ha vissuto esperienze terribili. E Neville, allora? Scoprire che i tuoi genitori sono stati torturati fino alla pazzia e vederli ridotti a due relitti umani non è un’esperienza abbastanza terribile?
  • Se Silente vuole fare di tutto per evitare che la pietra filosofale finisca in mani sbagliate, perché non la porta sempre con sé?
  • Erano davvero necessari tutti quei trabocchetti per proteggere la pietra filosofale? Non bastava trasformare la maniglia della porta della stanza dove era custodita in una passaporta, così da teletrasportare chiunque la toccasse ad Azkaban?
  • Peter Minus viene scelto come custode segreto dai Potter perché, essendo un vigliacco, è la persona meno sospettabile. Davvero a nessuno è venuto in mente che un vigliacco si sarebbe fatto corrompere facilmente, rivelando il segreto in cambio di vantaggi personali? O che un mago in grado di leggere la mente delle persone non avrebbe scoperto il trucco in qualche modo?
  • Perché Harry, dopo aver avuto una visione di Sirius in pericolo, non prova a contattarlo con lo specchio magico che lui stesso gli ha regalato invece di correre a cercarlo al Ministero? È possibile che all’inizio non lo abbia fatto perché preso dal panico ma perché non ci ha pensato in seguito, durante il viaggio o mentre radunava una squadra?
  • Come fanno esattamente i maghi a orientarsi quando devono compiere lunghi viaggi a cavallo di una scopa?
  • Nel corso della seconda e della terza prova del Torneo Tremaghi, esattamente cosa hanno guardato per tutto il tempo gli spettatori riuniti sugli spalti? La superficie di un lago e l’ingresso di un labirinto?
  • Harry usa la stessa passaporta che lo ha condotto da Voldemort alla fine del Torneo Tremaghi per per tornare ad Hogwarts. Ciò significa che le passaporte mantengono il loro potere anche dopo essere state usate. E allora tutte quelle impiegate durante la finale della Coppa del Mondo di Quidditch? Le hanno lasciate lì col rischio che qualunque babbano le toccasse e venisse trasportato chissà dove?
  • Harry usa l’incantesimo della luce per studiare di notte mentre è in vacanza ma nessuno gli dice niente.
  • Se i maghi in vacanza non possono fare magie, come fanno ad esercitarsi?
Annunci
Cose che non tornano in “Harry Potter”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...