I motivi per cui le donne sono più intelligenti degli uomini e le sentinelle in piedi

In questi giorni si sta scatenando un feroce dibattito riguardo alle cosiddette “sentinelle in piedi”, movimento (e cito dal loro sito) “per la tutela della famiglia naturale fondata sull’unione tra uomo e donna”.
Mentre io sono abbastanza indifferente alla cosa, e al massimo mi interrogo circa la necessità di specificare il fatto che le sentinelle stiano in piedi (mai vista una sentinella seduta), molti miei amici, davanti alle manifestazioni, si sono incazzati di brutto. Da giorni leggo insulti anche pesanti a questi tizi su blog e social network. E a quanto scrivono i giornali si sono verificati anche degli episodi di aggressione ai manifestanti.
Ma cosa vogliono queste sentinelle passivo-aggressive? Sempre sul loro sito ho trovato questa spiegazione.

In Italia le Sentinelle in Piedi sono nate in difesa della libertà di espressione messa in discussione dal ddl Scalfarotto, già approvato dalla Camera e ora al Senato. Presentato come necessario per fermare atti di violenza e aggressione nei confronti di persone con tendenze omosessuali, il testo è invece fortemente liberticida in quanto non specifica cosa si intende per omofobia lasciando al giudice la facoltà di distinguere tra un episodio di discriminazione e una semplice opinione.”

Andiamo senza indugi a leggere il testo in questione.

È punito con la reclusione fino a un anno e sei mesi chi diffonde in qualsiasi modo idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico, ovvero incita a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi.”

Testo che si vorrebbe integrare aggiungendo gli omosessuali alle categorie tutelate.

‘Azz… ma allora… per quanto sia difficile da ammettere, ‘sti tizi c’hanno ragione! Magari non riguardo alla famiglia naturale basata su uomo e donna ma su questo punto sì! Come si può pensare di punire chi diffonde un’idea, per quanto sbagliata? Che fine ha fatto la storiella del diffondere fino alla morte la gente che la pensa diversamente da noi che, pur avendo rotto tre quarti di cazzo, sembrava esprimere un concetto da tutti condiviso?
Sillogismo: io voglio permettere l’espressione anche delle idee con cui non sono d’accordo (così sono stato educato a fare), la superiorità di un gruppo rispetto a un altro è un’idea con cui non sono d’accordo, quindi voglio permettere l’espressione anche di idee basate sulla superiorità di un gruppo rispetto a un altro.

E qui molti di voi diranno: “È facile (è proprio il caso di dirlo) fare i froci col culo degli altri! Tu cosa diresti se qualcuno rivendicasse il diritto a dire che sei inferiore?”.
Amici vicini e lontani, fate un salto su Google e cercate le parole “le donne sono più intelligenti degli uomini”. Troverete un sacco di articoli che sostengono tranquillamente questa tesi senza che nessuno si scandalizzi.
Articoli che “diffondono idee fondate sulla superiorità”, e lo fanno in modo molto più inequivocabile rispetto a chi afferma che i gay non devono sposarsi o adottare bambini.

Quindi non faccio il frocio col culo degli altri. Al contrario, vivo in una società che non mi tutela e che non si indigna quando sente certe affermazioni. Quando Guido Barilla dichiarò di essere contro i matrimoni gay in una trasmissione radiofonica gli caddero addosso insulti da tutto il mondo, quando qualche anno fa Roberto Vecchioni dichiarò, durante la finale di uno degli eventi musicali più seguiti di Italia, davanti a dodici milioni di persone, “le donne sono migliori degli uomini” (e se questa non è un’idea “fondata sulla superiorità” non so cosa lo sia), nessuno si scandalizzò.

Disapprovo quanto scritto in quegli articoli? Mi sembra ovvio. Mi incazzo quando sento certe affermazioni? Certamente. Mi mette tristezza sapere di vivere in una società in cui certe dichiarazioni sono considerate normali? Potete dirlo forte. Mi spaventa leggere certe cose? Eccome. Ma… voglio che questi articoli vengano immediatamente cancellati e chi afferma certe cose perseguito a norma di legge? NO.

Al giorno d’oggi si tende a confondere il diritto di esprimere un’opinione con il dovere del resto del mondo a riconoscerla come vera. Grazie al cielo non è così. Il fatto che un tizio si alzi una mattina e decida di dire che la Luna è fatta di formaggio, che bisogna abbassare l’età per votare a dieci anni o che l’omosessualità è una malattia non ci obbliga a pensarla allo stesso modo.

Gli anti-gay sparano cazzate? Può essere. Ma che bisogno c’è di tappargli la bocca? Secondo me più che per mettere a tacere qualcuno bisognerebbe lottare per avere il diritto di rispondergli. Non voglio che non si pubblichino articoli sulla superiorità femminile, voglio che esista l’alternativa a quegli articoli!
E poi nessuno ha i mezzi per decidere a priori cosa è una cazzata. Per questo è giusto permettere l’espressione di tutte le idee, anche quelle che ci sembrano stupide, ripugnanti e insultanti per la nostra intelligenza. Del resto molte idee che oggi sono considerate vere un tempo erano considerate stupide e blasfeme.

Ho sentito dire frasi come “Ma l’omofobia non è un’opinione!”. Mi spiace ma questa affermazione mi ricorda il vecchio aneddoto dell’“io ti battezzo pesce”. Non ci si può sottrarre al dibattito con delle opinioni opposte alle nostre dicendo che, tanto, non sono opinioni.
Mi spiace per voi ma l’affermazione “I gay sono dei malati e l’unica cura efficace è il napalm.” è effettivamente un’opinione. Un’opinione poco condivisibile, antiscientifica, violenta, stupida… tutto quello che volete, ma è un’opinione.
Parafrasando un’aforisma di Oscar Wilde, i pro-LGBT sono aperti a tutte le opinioni, meno che a quelle che contrastano le loro.

Nell’antica Grecia (luogo per nulla arretrato e ancor meno omofobo) i filosofi si riunivano sfidandosi a colpi di paradossi. E cosa sono i paradossi? Cazzate. I filosofi greci si riunivano per sparare cazzate, e nessuno aveva nulla da ridire. Anzi, era considerata un’opportunità di crescita per tutti.
L’uomo moderno, invece, vive nel terrore della discussione e dello scambio di idee. Sempre a proposito di paradossi, ricordo due articoli di Nonciclopedia, dal titolo “1=0” e “2=1” (contenenti delle dimostrazioni farlocche di queste equazioni, fate un salto qui e qui se volete saperne di più) dei quali gli admin del sito dovettero bloccare le modifiche perché quelle pagine avevano subito più vandalizzazioni di quella di Silvio Berlusconi. C’è veramente in giro gente che non vuole sentir dire che 2=1!

Qualcuno obietterà che un conto è una cazzata detta per speculazione filosofica o per scherzo e un’altra è una cosa detta sul serio. Secondo me no. La natura di burla o di paradosso di un’affermazione non rende meno utile la discussione sull’affermazione stessa.

E la discussione sui paradossi è utilissima! Sia se li consideriamo come dei ragionamenti imbroglioni (e in quel caso è utile allenarsi a scoprire dove sta l’imbroglio) sia se li consideriamo come delle domande idiote che tanto idiote non sono (“Anche le domande stupide hanno una risposta!” gridava Linus Van Pelt). Se nessuno avesse mai enunciato il paradosso di Olbers, per esempio, non avremmo avuto una prova in più della teoria dell’universo in espansione.

Inoltre io accetto che qualcuno possa esprimere le sue opinioni anche perché – e questo vale anche per “le donne sono più intelligenti degli uomini” – questa potrebbero anche essere vere. Il fatto che ora mi sembrano false dipende dal fatto che… beh… non sono d’accordo, e per definizione una cosa con cui non concordo mi sembra falsa. Ma, razionalizzando, mi rendo conto che c’è una possibilità che quello che mi sembra falso possa essere vero.
Oppure potrebbero non essere vere ma la riflessione su certi fenomeni potrebbe comunque essere utile. Per esempio qualcuno potrebbe affermare che le donne sono più intelligenti degli uomini perché si ricordano più facilmente le cose. Un’osservazione che non dimostra affatto che le donne sono più intelligenti degli uomini ma fornisce delle informazioni in più riguardo alla memoria. M’hai detto cotica.
Quante scoperte sono state fatte effettuando studi che poi si sono rivelati campati per aria? Quante dimostrazioni sono state portate avanti per assurdo? Se Mesmer non avesse condotto i suoi studi sui fluidi corporei probabilmente gli studiosi venuti dopo di lui non avrebbero intuito nulla circa l’esistenza del transfert tra psicologo e paziente. Se Eulero non avesse affermato che i numeri primi sono finiti non sarebbe riuscito a dimostrare il contrario.

Io personalmente sono convinto che nell’omosessualità non ci sia nulla di male, e di conseguenza che il fastidio che gli omosessuali provocano in alcune persone non dipenda dall’omosessualità. Molti di quelli che dicono di odiare i gay, probabilmente, odiano degli atteggiamenti o delle situazioni politiche che ricollegano ai gay ma che con i gay non hanno nulla a che fare. Come, per l’appunto, il ddl Scalfarotto (si può essere omosessuali anche senza voler tappare la bocca a chi odia gli omosessuali). E sono sicuro che presto quelli che pensano di odiare i gay capiranno che cosa odiano veramente, così come Mesmer ha capito che la guarigione dei suoi pazienti era dovuta a quello che chiamò “magnetismo animale” e non all’effetto delle sue calamite sui loro fluidi corporei. Così come Mesmer ha dovuto proseguire coi suoi studi per capire che si sbagliava, però, allo stesso modo queste persone non capiranno che si sbagliano se non permettiamo loro di riflettere in pace sulle proprie idee.
L’omofobia non si combatte vietando l’espressione di idee omofobe, al contrario, è necessario esprimerle fino in fondo, portarle alle estreme conseguenze fino a che non arrivano a confutarsi da sole!

Un’ultima cosa: secondo me sia le sentinelle passivo-aggressive che i burini che le attaccano se ne fregano sia dei diritti degli omosessuali che di quelli degli eterosessuali. Entrambi i gruppi mi sembrano interessati solo a guadagnarsi le simpatie degli elettori buonisti. O più probabilmente hanno solo un sacco di tempo libero.Sentinelle

Annunci
I motivi per cui le donne sono più intelligenti degli uomini e le sentinelle in piedi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...