Maratona cinematografica di “Batman” – “Batman begins” e “Il cavaliere oscuro”

Btman begins - locandina

Veniamo ora al presente. Nel 2005, quando i fan di “Batman” avevano perso ogni speranza di vedere un altro film decente sul personaggio (grazie a quella puttanata di “Batman & Robin”), uscì “Batman begins”, e cominciò così il rebot della serie. I fan lo adorarono. Del resto era difficile scendere più in basso arrivati a quel punto.

“Lo sai perché cadiamo, Bruce? Per imparare a rialzarci!”

Thomas Wayne, dopo aver visto “Batman e Robin”, auspica un rebot

Finalmente si tornava ai toni oscuri e epici che rappresentavano la vera natura del personaggio (lo stesso titolo “Batman begins” rappresenta la volontà di un ritorno alle origini)! Il successo fu tale (quasi quattrocento milioni di dollari incassati negli Stati Uniti) da permettere subito un seguito: “Il cavaliere oscuro”. Per questo film Nolan ebbe molte più libertà e difatti secondo molte persone riuscì a tirare fuori un prodotto anche migliore del primo.

Quando uscì "Il cavaliere oscuro" Stefano Disegni, su "Ciack Movies", lo criticò dicendo che non era un film adatto ai bambini. "E grazie al cazzo!" aggiungo io.
Quando uscì “Il cavaliere oscuro” Stefano Disegni, su “Ciack Movies”, lo criticò dicendo che non era un film adatto ai bambini. “E grazie al cazzo!” aggiungo io.

Molto spesso, quando parlo di opere cinematografiche, qualcuno mi dice “Tu stai criticando questo film… ma l’hai visto al cinema? No? E allora cosa parli…? I film si vedono al cinema…! Eh, sì…! Si vedono al cinema…! Cosa parli se non l’hai visto al cinema…? Vai a vederlo al cinema…!”. Ecco, questa è una cazzata, perché è facile, per un film, essere figo sullo schermo di sei metri per tre col dolby-surround. È sul televisorino con l’altoparlante interno che è difficile!
Ciononostante, voglio spendere due parole riguardo all’esperienza cinematografica di questi due film. Devo dire che queste pellicole viste al cinema sono strepitose. Soprattutto un impianto audio da cinema permette di apprezzare un sonoro strepitoso e la strepitosa colonna sonora di Hans Zimmer. Il compositore merita un encomio per essere riuscito a creare non solo delle musiche bellissime ma anche di aver ottenuto l’effetto desiderato con poche note. Con pochi accordi sistemati a regola d’arte su un tappeto di “ciukuciukuciukuciukuciukuciukuciuku…” è riuscito a creare l’atmosfera giusta per il film.

Un paio di recensioni fa ho scritto di preferire i “Batman” di Tim Burton a quelli di Nolan, ma non vorrei che qualcuno avesse pensato che i film di Nolan mi fanno schifo.
Il regista di “Inception” ha fatto un ottimo lavoro, che può essere affiancato senza problemi a quello che ormai è un classico del cinema di supereroi. E questo non lo dico io, lo dicono i fatti, il pubblico e la critica.

Il cavaliere oscuro - locandina

Probabilmente potrei considerare questi film alla pari con quelli degli anni ’80-’90, se non fosse per una cosa.
I film di Nolan sono pizzosi  Ecco, l’ho detto. E questo perché? Perché sono troppo cupi o troppo lunghi? No. Perché sono scritti male. Le sceneggiature, piene di discorsi e di monologhi sui Massimi Sistemi sono pallose.
Non me ne frega niente se è una caratteristica del film e qualcuno trova la cosa molto figa. Il pontificare sui Massimi Sistemi dei protagonisti mi ricorda il film “Amore e Guerra”, parodia dei grandi classici della letteratura russa di Woody Allen. In quella pellicola, ogni tanto i personaggi si fermano di botto per avere qualche improbabile dialogo filosofico su Dio, la morale, la bellezza e altra roba simile.

“Amare è soffrire. Se non si vuol soffrire, non si deve amare. Però allora si soffre di non amare. Pertanto amare è soffrire, non amare è soffrire, e soffrire è soffrire. Essere felice è amare: allora essere felice è soffrire. Ma soffrire ci rende infelici. Pertanto per essere infelici si deve amare. O amare e soffrire. O soffrire per troppa felicità. Io spero che tu prenda appunti.”

(da “Amore e Guerra”)

Questi dialoghi non sono brillanti, non sono profondi e non sono istruttivi. Sono solo ridicoli. I personaggi risultano piatti, poco credibili, poco interessanti (non hai mai dubbi sulle loro motivazioni, visto che te le spiattellano davanti ogni due per tre) parlano tutti con la stessa voce (quella dello sceneggiatore che deve farti vedere quanto ne sa di “Batman”) e gira e rigira non dicono neanche chissà cosa.

Onestamente, trovo molto più piacevole guardare i trailer dei due film piuttosto che i film stessi proprio per questo motivo. “Less is more” e poche frasi epiche qua e là, fasi come “Perché sei così serio?” o “Certi uomini vogliono solo veder bruciare il mondo.” (con sottofondo di “ciukuciukuciukuciukuciukuciukuciuku…” ) sono molto più efficaci.
Ripeto… “efficaci”! Non è solo questione di scoglionarsi o meno. Il film, al netto del 90% dei pistolotti, è un ottimo film! Se si alleggerisce la sceneggiatura, si guadagna tanto senza perdere nulla!

Veniamo ora al momento che tutti stavate aspettando: quello in cui parliamo del Joker. Quando uscì questo film, l’interpretazione di Heath Ledger mandò il pubblico in visibilio. C’era di che urlare all’avvento del più grande Joker di tutti i tempi, però… tre lustri prima il personaggio era stato interpretato da Jack Nicholson, mica cazzi.
Nacque così uno dei più grandi enigmi dellaStoria: meglio il Joker di “Batman” o meglio il Joker de “Il cavaliere oscuro”?

Nicholson umorismo

Molte risposte sono state date ma credo che nessuno abbia mai notato che questa è una domanda decisamente ambigua. Come dobbiamo interpretarla? “Quale delle due interpretazioni è migliore?” o “Quale dei due personaggi è migliore?”?
Nel primo caso, devo essere sincero e rispondere “Quella del 2008.”. Nicholson è un grande attore ma credo che molti sopravvalutino la sua performance nel film di Tim Burton. Performance, per quel che riguarda la versione italiana, fortemente migliorata dal doppiaggio di Giancarlo Giannini (alla faccia di chi non capisce un cazzo e rifiuta di vedersi i film doppiati). Ledger, invece, dà proprio l’idea di uno che si è fatto il culo a capanna per costruire un personaggio nuovo e contemporaneamente legato alla tradizione. In più, è uno dei pochi personaggi cinematografici che ogni volta che appare sullo schermo fa paura. Non ce ne sono molti.

Se la domanda, invece, è “Quale dei due personaggi è migliore?”, allora, bèh… mi spiace dirlo, ma c’è sempre di mezzo la storia dei dialoghi pizzosi. I personaggi di quei film sono tutti delle marionette che ripetono a vanvera i pistolotti dello sceneggiatore come se allo spettatore glie ne fregasse qualcosa. Difficile essere migliori di qualcun altro con queste premesse.
In effetti uno si aspetterebbe che il Joker, in una situazione del genere, rappresenti una voce fuori dal coro, una botta di vita, terrificante e caotica, in tutto questo bla-bla fine a sé stesso, invece è un altro predicatore, solo un po’ più violento degli altri. Mi dispiace ma questo non basta per superare la figosità di un personaggio come quello interpretato da Nicholson.
Nel caso qualcuno avesse capito male questa parte, non sto contestando la natura violenta o anarchica del Joker. Anche il Joker del fumetto era un pazzo dedito alla violenza per la violenza, ma quando apriva bocca uscivano fuori cose molto più interessanti.
Invece questo qui…

“Quando le cose vanno male queste persone civili e per bene si sbranano tra loro”

Sul serio? “Nessuno è buono e io sono solo uno che non fa finta”? Questo è tutto quello che hai da dirmi? E ho pure pagato il biglietto? Ma vaffanculo! Ho letto frasi a effetto corredate da fotografie di Vin Diesel più profonde di questa merda!

Molto meglio un po’ di sano “ciukuciukuciukuciukuciukuciukuciuku…” .

I profondi dialoghi del film.
I profondi dialoghi del film.
Annunci
Maratona cinematografica di “Batman” – “Batman begins” e “Il cavaliere oscuro”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...