Classifica delle più irritanti bimbominchiate nate e/o cresciute su internet

Sir Patrick Stewart.jpgSe non sapete di cosa sto parlando, fate un salto qui.

A parte ciò, vorrei chiarire che detesto questa storia dell’Ice Bucket Challenge come detesto tutte le varie bimbonichiate che “diventano virali” su internet, e il primo che mi dice “Ma è per una buona causa!” le prende pure.

Con l’occasione, ho deciso quindi di stilare la mia personale…

Classifica delle più irritanti bimbominchiate nate e/o cresciute su internet

  1. Scrivere “vado a X per N mesi” sulla propria bacheca di FacciaLibro sperando che tutti muoiano di curiosità.
  2. Farsi una foto insieme a una banana.
  3. Sostituire la propria immagine del profilo con un riquadro rosa per commemorare un ragazzo che si è suicidato perché qualche giornalista ha scritto che lo ha fatto perché gay, ignorando le smentite della di lui famiglia.
  4. Fotografarsi le gambe con un panorama del luogo dove si è andati in vacanza sullo sfondo.
  5. Filmarsi mentre ci si tira una secchiata d’acqua in testa.
  6. Sostituire la propria immagine del profilo con un cartone animato per la settimana dell’Infanzia, salvo pubblicare immagini de “I Simpson” o di “Naruto”, che non sono cartoni animati.
  7. Pubblicare la foto di un lumicino per ricordare il giorno del terremoto a L’Aquila e incazzarsi se ad “Annozero” ricordano le responsabilità di politici e appaltatori

Vado a X per N mesi

Noterete che la cosa della secchiata d’acqua in testa non è la più stupida finora concepita, poiché, a differenza di altre trovate tipo quella contro il cancro al seno, ha almeno il merito di aver fatto raccogliere un po’ di soldi. Questo detto vi invito a informarvi seriamente sulla SLA, se davvero avete a cuore la ricerca, e vi do appuntamento alla prossima.

Annunci
Classifica delle più irritanti bimbominchiate nate e/o cresciute su internet

Maratona di film di Batman – “Il cavaliere oscuro – il ritorno”

Tra le altre cose... solo a me le locandine di questi tre film sembrano tutte uguali?
Tra le altre cose… solo a me le locandine di questi tre film sembrano tutte uguali?

Nel 2012 uscì “Il cavaliere oscuro – il ritorno”, il terzo film di “Batman” diretto da Cristopher Nolan, che diventa così il primo regista ad diretto ben tre film sul crociato col mantello.
“Christian Bale” si legge su Wikipedia “ha parlato delle difficoltà di ogni ‘terzo capitolo’, cioè del creare un sequel e un cattivo migliori dei precedenti.”. E difatti non ci sono riusciti. Continua a leggere “Maratona di film di Batman – “Il cavaliere oscuro – il ritorno””

Maratona di film di Batman – “Il cavaliere oscuro – il ritorno”

Maratona cinematografica di “Batman” – “Batman begins” e “Il cavaliere oscuro”

Btman begins - locandina

Veniamo ora al presente. Nel 2005, quando i fan di “Batman” avevano perso ogni speranza di vedere un altro film decente sul personaggio (grazie a quella puttanata di “Batman & Robin”), uscì “Batman begins”, e cominciò così il rebot della serie. I fan lo adorarono. Del resto era difficile scendere più in basso arrivati a quel punto.

“Lo sai perché cadiamo, Bruce? Per imparare a rialzarci!”

Thomas Wayne, dopo aver visto “Batman e Robin”, auspica un rebot

Continua a leggere “Maratona cinematografica di “Batman” – “Batman begins” e “Il cavaliere oscuro””

Maratona cinematografica di “Batman” – “Batman begins” e “Il cavaliere oscuro”

Maratona cinematografica di Batman – “Catwoman”

Catwoman locandina

Prima che la serie di “Batman” ricominciasse coi film di Cristopher Nolan, ci fu un film del 2004 che riprendeva uno dei personaggi della saga: “Catwoman”.
Questo film, che non ha nulla a che vedere con il personaggio di Bob Cane, racconta la storia di una donna goffa e imbranata intrappolata in una vita che non le piace. La sua esistenza cambia quando un gatto dai poteri magici (o qualcosa del genere), le dona un’agilità e una sicumera fuori dal comune (e OverPowered). La ragazza usa i suoi superpoteri per sconfiggere una multinazionale senza scrupoli e vissero tutti felici e contenti. Continua a leggere “Maratona cinematografica di Batman – “Catwoman””

Maratona cinematografica di Batman – “Catwoman”

Maratona cinematografica di Batman – “Batman Forever” e “Batman & Robin”

Batman forever - locandina

Nel 1995, Tim Burton abbandona la regia di “Batman”, che passa a Joel Schumacher. Burton resta in veste di produttore.

Io ho visto i due film in ordine cronologico inverso. Vale a dire che “Batman Forever” l’ho visto dopo lo scempio di “Batman & Robin” e visto che “Batman & Robin” faceva schifo avevo paura.
Ma mi sbagliavo “Batman Forever” è molto divertente. Certo, come tutti sanno, siamo lontani dalle atmosfere gotiche dei primi film ma dove sta scritto Batman deve essere sempre depresso? È un fottuto uomo-pipistrello sempre circondato di tipi strani e tipe strane molto scoperecce (anche se non sembrano fargli molto effetto)! Va in giro con un sacco di macchinari e balocchi strarfighi! Perché dovrebbe essere sempre triste? Continua a leggere “Maratona cinematografica di Batman – “Batman Forever” e “Batman & Robin””

Maratona cinematografica di Batman – “Batman Forever” e “Batman & Robin”