Terza Settimana di Vignette Antifemministe: cronaca di un fallimento pt2

“Pro-Test Italia”, ovvero come fallì il mio tentativo di avvicinare antifemministi e antianimalisti sul fronte antianimalista

Doch, Fürstin! halte Wort! erfülle! 
Dein Kind muß meine Gattin sein!

Però, Regina! mantieni la parola! Sii leale!
Tua figlia deve essere mia sposa!

 (sempre da “Il flauto magico”; sono parole di Monostatos, uno che usa il razionalismo
quando gli fa comodo e lo butta alle ortiche quando gli dà fastidio)

“Oppure, se davvero fosse così, cioè che quell’altro Spazio fosse in realtà la Thoughtlandia, allora conducetemi in quella regione benedetta, dove io col Pensiero vedrò l’interno di ogni cosa solida! Là, davanti al mio occhio affascinato, un Cubo, muovendosi non so verso quale direzione completamente nuova, ma in stretto accordo con l’Analogia (così da far passare ogni particella del suo interno, con una sua scia, attraverso uno Spazio di nuovo genere) creerà una perfezione ancor più perfetta della sua, con sedici angoli terminali Super-Solidi, e un Perimetro di Otto Cubi solidi. E una volta colà, vorremo arrestare il corso della nostra ascesa? In quella beata regione a Quattro Dimensioni, indugeremo forse sulla soglia della Quinta, e non vi entreremo? Ah, no! Decidiamo piuttosto che la nostra ambizione si elevi di pari passo con la nostra ascesa corporea. Allora, cedendo all’assalto del nostro intelletto, le porte della Sesta Dimensione si spalancheranno; e dopo quella una Settima, e quindi un’Ottava…”.
Non so per quanto avrei continuato su questo tono. Invano la Sfera ripeté con voce tonante il suo ordine di tacere, e mi minacciò delle più crudeli punizioni se avessi insistito. Niente avrebbe potuto arginare la piena delle mie estatiche aspirazioni. Forse meritavo il biasimo; ma ero proprio come intossicato dalle recenti sorsate di Verità che egli stesso mi aveva elargito. Comunque, la fine non si fece aspettare troppo. Le mie parole furono Interrotte di colpo da uno schianto esterno, e da un altro schianto simultaneo dentro di me, e io mi trovai catapultato nello spazio a una velocità che mi impediva di parlare. Giù, giù! giù! Scendevo rapidamente; e sapevo che il ritorno in Flatlandia era il mio destino.”

(“Flatlandia”)

Anche sul fronte antianimalista la mia idea di un razionalismo puro, antipucchosista su tutti i fronti, non ebbe successo.

Recentemente (rispetto alla data in cui scrivo questo articolo) è nata, anche grazie a incontri avvenuti sul sito “A favore della Sperimentazione Animale”, “Pro-Test Italia”, associazione no-profit in difesa della ricerca con impiego di animali.
Sono iniziati i “tempi di guerra”, insomma, e questi hanno rivelato un limite del gruppo antianimalista.
Dopo “Pro-Test Italia”, è molto più difficile che qualcuno incontri le idee antianimaliste come è successo a me. L’atmosfera non è più adatta ad aprire la mente. Troppo nervosismo, troppa gente che ha voglia di menare le mani, che ti mangia se poco poco dici una cosa che non va, che appena vede uno che dice “ma forse essere vegani è una scelta intellige…” spara a vista…

In tempi di guerra bisogna muoversi come un sol uomo, seguire tutti lo stesso codice… è razionalismo questo?

Personalmente sostengo questa associazione, ma penso che quelli che l’hanno creata abbiano davvero fatto una cosa più grande di loro.
Almeno dal punto di vista… “filosofico”, per così dire. Alla fine, il loro interesse è quello di difendere un onesto posto di lavoro. Dal momento che gli animalisti stanno praticamente dando il colpo di grazia a una ricerca, in questo paese, già zoppicante di suo, l’intento è nobile. Nobilissimo.
Ma la “Resistenza Razionalista”  di cui mi sono innamorato io, in un caso del genere, è una cosa un po’ accessoria. Cioè, se c’è, “evviva”, ma se non c’è “‘sticazzi”. L’obiettivo è difendere persone che hanno fatto una determinata scelta di vita (quella dello studio della scienza e del lavoro in campo scientifico) dagli attacchi ideologici di alcune persone, ma non ce ne frega niente di quanto queste persone siano aperte. Se fossero chiuse ma d’accordo con noi, andrebbe benissimo.

Fare gli illuministi con le convinzioni degli altri è facile, mettere in discussione le proprie è già più difficile.
È facile fare l’ateo quando da piccolo non sei stato indottrinato cristianamente o sei stato indottrinato meno degli altri, è facile fare il laicista quando il nonno che ti piglia a cinghiate se non vai in chiesa è nell’altra stanza, è facile mettere in discussione certe convinzioni quando non riguardano noi, la nostra storia, l’educazione che abbiamo ricevuto eccetera.

Per fare un esempio, per me è facile essere laico, perché non sono vissuto in una famiglia troppo religiosa. Per me è facile anche essere antifascista, visto che sono nato nel ’90. Essere laico e antifascista per me è naturale come il fatto di essere al mondo. Antifemminismo e antianimalismo sono state già scelte più sofferte.

Ogni tanto bisogna chiedersi se si è più evoluti degli animalisti o solo più moderni.
Un noto aforisma recita che “se Gesù tornasse oggi”, cioè nell’epoca moderna, “non lo crocifiggeremo più, lo inviteremmo a cena e rideremmo delle sue idee”.

Gli animalisti sono primitivi e tribali; quando non la pensi come loro pensano che tu sia l’Anticristo e ti linciano in nome del dio Animale (volendo potete sostituire “animalisti” con “femministi” e “Animale” con “Donna”). Molti antianimalisti sono più gentili; quando non la pensi come loro pensano che tu voglia solo fare polemica e ti zittiscono in nome della convivenza civile, ma con le orecchie altrettanto tappate (anche qui potete operare le opportune sostituzioni).
“Polemica” non è una parola che ho scelto a caso. Ormai ho sentito tante di quelle volte usare la parola “polemica” tanto per chiudere una discussione che inizio a pensare che questa parola non abbia più senso. È solo un sostantivo generico usato per dire “chiudi quella cazzo di bocca”. Per un razionalista è politicamente scorretto dire “chiudi quella cazzo di bocca”, e così, quando non riesce a capire o accettare qualcosa, dice “non facciamo polemiche”.
Ma dovendo scegliere tra uno troppo primitivo per farti parlare e uno troppo snob per ascoltarti quando parli… chi scegliere?

Penso che in un momento storico del genere “A favore della Sperimentazione Animale” sia stato un grande passo avanti.
Ma è stato un passo più lungo della gamba. Siamo lontani dalla purezza del razionalismo che riesce a mettere in dubbio tutto senza mai cadere nello scetticismo, dalla ragion pura applicata ora a un’ideologia ora a un’altra con la stessa naturalezza. Peccato.

Femen1 Femen2

Annunci
Terza Settimana di Vignette Antifemministe: cronaca di un fallimento pt2

4 pensieri su “Terza Settimana di Vignette Antifemministe: cronaca di un fallimento pt2

  1. Ma scusi, non ascoltare le ragioni di uno che sostiene che la terra è piatta è snob? E che magari ti dà dell’ignorante perchè SAI che la terra è tonda, mentre lui è CONVINTO che sia piatta? Non diciamo sciocchezze. Salvo eccezioni, chiunque sia venuto sulla pagina a chiedere delucidazioni ha sempre ricevuto risposte corrette sia nei contenuti che nei modi.

    1. No, essere snob è snob. lol
      Affermare una cosa vera non vuol dire necessariamente avere la mente aperta. “Per fare un esempio, per me è facile essere laico, perché non sono vissuto in una famiglia troppo religiosa. Per me è facile anche essere antifascista, visto che sono nato nel ’90. Essere laico e antifascista per me è naturale come il fatto di essere al mondo. Antifemminismo e antianimalismo sono state già scelte più sofferte.”.

  2. Aggiungo che il suo non è razionalismo, è solo una trasposizione del relativismo da un campo etico (dove è più che legittimo, e a mio modesto parere anche corretto come approccio a problemi etici) a uno scientifico, dove non è ammissibile perchè la scienza tratta di fatti sensibili e verificabili. Ma questa è una mia personale opinione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...