Adunata degli alpini a Bolzano

Oggi è l’ultima giornata dell’85° raduno nazionale degli alpini a Bolzano. Non voglio perdermi in chiacchere. Cosa pensi di questi raduni qualcuno dei miei lettori lo sa già. Già due anni fa (in occasione del raduno a Bergamo) pubblicai una vignetta in cui esprimevo perplessità circa questo evento. “Viva gli alpini” mi scrisse un commentatore “e viva quelli che avranno occasione di metterti le mani addosso (sono sicuro che saranno tanti)!”.

Per evitare che l’auspicio di questo commentatore si avveri, non vi tedierò molto. Per me i raduni degli alpini rappresentano la coscienza sporca di una popolazione che vive nel lusso più vuoto e ha bisogno del mito della vita bucolica per non finire in analisi. Altro che “allegria”.
Siccome nessuno ha le palle di seguire questo mito fino in fondo, però, aspettiamo gli alpini per farcene vendere una versione che sta al godersi la vita come gli spaghetti del McDonald starebbero alla cucina italiana, se il McDonald si mettesse a vendere spaghetti. Questo sono i raduni degli alpini. Jack Skeletron che racconta agli abitanti della città di Halloween il Natale come vogliono sentirselo raccontare.

Bhè… come detto, non voglio perdermi in chiacchere, perciò vi libero dalle mie gufaggini e lascio la parola a mio cugino Andrea S. che, sempre in occasione del raduno di due anni fa, scrisse questi versi…

Ma che bello, ma che bello
voglio fare anch’io l’alpino
e girare già ubriaco
alle otto del mattino.

Se si sa che sto arrivando
mettan fuori le bandiere,
e mi accolgan con la banda,
e mi offrano da bere.

Voglio andare nei locali,
pasteggiare col padrone
e per tutto pagamento
intonare una canzone.

Se tu porti sul cappello
una lunga penna nera
la tua mamma non si incazza
se non ti ritiri a sera,

se con abiti sdruciti,
vecchi di trent’anni fa
e scarponi un po’ sfondati
circoli per la città.

Sulla piazza principale
puoi piazzare la tua tenda
senza il rischio di una multa
né che il sindaco si offenda,

e attaccarti alla corrente
del lampione della luce
senza che ti dica niente
chi la compra o la produce.

Puoi pisciare dietro un albero,
e se passa una ragazza
lei non scappa urlando “aiuto”
quando le urli sulla piazza.

Babbo mamma polizia
e la pubblica opinione
ti fan fare tutto quello
che è vietato al fricchettone.

Annunci
Adunata degli alpini a Bolzano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...